Ciccio e Cicci

Tony e Jonny erano ritornati abbronzati dalle vacanze.
Trascorsero una meravigliosa luna di miele e il loro amore non aveva più frontiere.
– Dai, tiralo fuori…
– Eccolo – disse preoccupato Tony.
– Oh poveretto, vieni qui dalla mamma – disse Jonny.
Delicatamente Jonny aiutò Tony a tirare fuori dalla grossa sporta appesa attorno al collo il cagnolino.
– Oh Ciccio, Ciccio mio – disse Jonny baciando ripetutamente il baffuto musetto dell’animale – è tutto finito, siamo a casa, vedrai quanto è bello da noi.
Erano appena riusciti a passare indisturbati il controllo dogana aeroportuale e ora andavano a recuperare la loro macchina al grande parcheggio.
– Che banda di froci – disse Tony spingendo il grosso carrello pieno di valigie.
– Ciccio – disse Jonny accarezzando il cagnetto – Ciccio il clandestino, il mio Midnight Express, sei stato davvero bravo – e gli baciò la piccola lingua rosa; Ciccio serrò i suoi occhietti neri.
Ciccio era proprio buffo; un ‘Chiwawa’ aveva detto Tony, un po’ corto sulle zampe, vero, ma Jonny se ne era affezionato dal primo istante: con aria smarrita il cagnolino sgambettava lungo la risacca della spiaggia, e lo raccolsero e lo curarono; aveva il pelo strapazzato ma d’un grigio brillante quasi argento.
– Vedrai come Cicci lo amerà… – disse Tony guidando la macchina direzione città.
– Ciccicicciomio, sì sì fra poco farai la conoscenza di Cicci.

A casa presentarono Ciccio a Cicci. Poi fece buio.
Cicci il gatto, si era nascosto sotto il divano nel salotto e quella notte non era salito sul letto con loro.
– Sono così arrabbiato con Cicci – disse Jonny.
Tony si piegò verso Jonny sdraiato di fianco a lui con Ciccio sul petto. Li abbracciò, poi disse: – Devi dare loro un po’ di tempo.
– È maleducato e fa pure l’offeso – disse Jonny e sollevò Ciccio – dagli anche tu il bacietto della buona notte…
– Vedrai che domani mattina… –  disse Jonny – e poi anche noi…
– Sì è vero, ti ho tanto detestato la prima volta.
– Vedi, ciccia mia.
Tony li baciò, si girò e spense la luce.

Il mattino dopo, Jonny si alzò per primo e andò in bagno a pisciare:
– Oh che orrore Tony! – gridò Jonny – aiuto, mio Dio… – Jonny ritornò affollato nella stanza, pallidissimo e terrorizzato.
– Che succede?
– Sangue dappertutto… oh mio Dio, vieni nel salotto!
C’erano macchie di spruzzi di sangue sui muri e sui mobili della casa, eppure non trovarono molto disordine, e cosa più strana il loro gatto Cicci era sparito. Ciccio invece stava in un angolo del salotto e sembrava turbato.
– Ha gli occhietti spaventati.
– Oh poverino – esclamò Jonny raccogliendolo dall’angolo – è anche ferito, guarda.
– Ti avevo detto di chiudere la finestra… deve essere entrato un animalaccio; oh povero Ciccio.

Cercarono Cicci tutta la mattina, ma il gatto non si faceva trovare, poi preoccupati per le ferite di Ciccio andarono dal veterinario.
– Vede, dottore, crediamo che si sia battuto contro un grosso animale entrato da noi questa notte… non è vero che è stato coraggioso il nostro Ciccio, neh dottore?… oh Tony sono così preoccupato!
– Dottore lo perdoni – disse Tony e prese Ciccio dalle braccia di Jonny: su dai ciccia mia calmati che il dottore ora lo cura. Vede dottore, si è molto affezionato a questo cagnolino.
– Non preoccupatevi. Capisco molto bene, ma ora mettetelo sul banco che lo voglio esaminare.
Ciccio stava calmo sul banco e alzò la codina; il dottore guardò l’animaletto e studiò le sue graffiature.
– Dicevate che non trovate più il vostro gatto?
– Oh sì, che disgrazia – Jonny si mise a singhiozzare – oh poverino, chissà che ne è di lui ora, oh il mio povero Cicci.
– Sentite – continuò il dottore – mi sa proprio che non lo rivedrete più…
– Cicci?!
– Ma dottore?  
– Ascoltate vi prego e non agitatevi troppo. Per piacere sedetevi… il vostro cagnolino non è un cagnolino; con voi dalla spiaggia, beh… dalla spiaggia avete portato un grosso ratto di fogna e, mi dispiace davvero, deve aver proprio mangiato Cicci.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...